Info&News

Links amici

Pomeriggi al Frassine 2017. Un cuore pieno di spazio.

UN CUORE PIENO DI ... SPAZIO

O Maria, dolce Mamma,
prendici per mano,

piccoli noi siamo,
e con Gesù sempre con te noi resteremo.

Guarda la fotogallery

All’insegna di queste parole riferite alla Mamma Celeste, si sono svolti i pomeriggi al Frassine dal 19 al 30 giugno.  Il canto è sempre uno dei momenti più belli per i ragazzi, perché espressione di gioia intensa e di fusione di cuori.

Il  tema di quest’anno è stato il “Padre nostro”, su cui tutti i giorni ci siamo soffermati in preghiera e, successivamente, al lavoro. L’attenzione, durante la spiegazione, era tale che ciò che si era ascoltato diventava subito azione, messa in atto. Nella recita sulla parabola del Padre misericordioso,  i bimbi hanno capito che la Casa di tutti è proprio il Cuore del Padre Celeste!

Ci ha aiutato in questo anche il canto “Grazie, Scusa, Permesso! Sono tre chiavette d'oro che permettono di entrare nella porta di ogni cuore e l'amore rinnovare!” che i bambini hanno imparato subito, al volo!

Anche il cartone sulle apparizioni della Madonna a Fatima ha completato la storia dei Tre Pastorinos che ogni giorno ci facevano compagnia con quei volti trasparenti e accigliati con cui ci guardavano da sotto l'altare..In effetti quest’anno sono stati con noi al Frassine altri tre bambini, venuti da lontano, dal Portogallo appunto: Lucia, Francesco e Giacinta, canonizzati da papa Francesco - gli ultimi due più piccoli- il 13 maggio scorso. Una loro gigantografia sotto l’altare ce li ha resi così presenti e così visibili che sembrava fossero proprio dei nostri!

E’ a loro che dobbiamo essere riconoscenti se il messaggio dell’amore del “Padre celeste” è riuscito a lasciare un segno in questi cuori di bimbi. Alcuni di loro, alla fine del cartone, hanno voluto (sic!) imparare a dire il Rosario “come la Madonna ha insegnato ai pastorelli”.

Uno dei momenti più belli è stato il pomeriggio delle Confessioni (o della riconciliazione con il Papà celeste). Ci ha aiutato in questo Don Gaudenzio, venuto qui proprio per noi.

Tornando ai loro posti i ragazzi erano veramente felici e sorridenti. Quando si è in Grazia di Dio, si sa, la gioia sale fino a raggiungere la soglia dell’alta marea.

La recita sulla Parabola del Padre misericordioso è riuscita al meglio, anche se a causa della pioggia a dirotto abbiamo dovuto ripiegare per la rappresentazione in Chiesa, unico posto munito di sedie (per genitori e spettatori) e anche di spazio per il palcoscenico. In cambio si sono potute sentire bene le battute e vedere le espressioni di ogni personaggio.

Ora rimane in noi una grande riconoscenza al Padre e alla Mamma celeste che anche quest’anno ci hanno consentito di portare avanti questa bella tradizione dei “pomeriggi al Frassine”.

Ci siamo dati appuntamento nel CUORE del Padre, con la recita delle 10 Ave Maria quotidiane.

Un vivissimo ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno aiutato per la realizzazione di questa esperienza tanto bella. Un grazie speciale va a R., sempre disponibile e sempre totalmente donata ai bimbi; alle mamme che ci hanno aiutato generosamente, e agli stessi bambini che sono stati presenti nonostante il grande caldo e l’intensa pioggia dell’ultimo giorno.

La Mamma celeste, insieme al Padre buono che sta nei cieli, custodisca e conservi nel cuore dei nostri bimbi tutto il bene che in essi è stato seminato, perché abbia a portare frutto nella loro vita e ci faccia incontrare un giorno tutti lassù, nel CUORE DEL PADRE !

Vi aggiungiamo alcune riflessioni-lampo di bambini, presi alla sprovvista, qualche istante prima.


POMERIGGI DI GIOIA AL FRASSINE

Esperienze dei bambini

 

La cosa che mi ha colpito di più in questi giorni qui al Frassine è stata quella di scrivere la letterina al Papà Celeste e bruciarle fino a farle arrivare in Cielo. E la scenetta del Padre Misericordioso che abbiamo fatto tutti insieme l'ultimo giorno.

Giulia P.

 

Quello che mi è piaciuto di più è stato fare la scenetta con sor C. e suonare la chitarra con delle amiche e suor MP, e mi sono divertita a giocare con i miei amici.

Giulia C.

 

La cosa che mi è piaciuta di più in questi giorni è stata scrivere la letterina al Papà Celeste e bruciala. Mi sono divertita tanto a giocare insieme agli altri.

Mary Str.

 

Sinceramente a me è piaciuto tutto! Dalle canzoni ai racconti, le lezioni di chitarra in compagnia delle suore e di Rosita. Mi è piaciuto anche molto colorare e, prima di andare via pregare il salmo e provare a suonare le canzoni. Mi sono piaciute tanto le canzoni animate. Sono molto contenta di questa esperienza!

Luisa L.

 

La cosa che mi è piaciuta di più in queste due settimane è stata quella di scrivere la letterina al Papà Celeste e di bruciarle. In quelle letterine c'erano tutti i nostri desideri, il fumo che saliva al Cielo era un fumo speciale: 'Erano i nostri desideri e le nostre preghiere'.

Sabina

 

Quello che mi ha colpito di più è stare con gli amici e suonare la chitarra insieme a suor MP; mi ha colpito molto la scenetta del Padre Misericordioso

Gh. Agnese

 

Ciò che mi è piaciuto di più in queste due settimane è quando abbiamo scritto le letterine al Papà Celeste. Perché abbiamo potuto scrivere ciò che desideravamo: 'le domande e le richieste spirituali'. Ciò che mi ha colpito di più qui al Frassine sono stati i canti e le bellissime preghiere che si facevano perché avevano dei significati meravigliosi!

Ginevra

 

Mi è piaciuto in modo particolare suonare la chitarra con sor M.P., ci ha insegnato dei canti. E stato bello stare insieme a tutti gli amici. Mi ha colpito tanto anche il canto e la scenetta del Padre Misericordioso.

Anita

 

Mi ha tanto colpito l'amore che abbiamo dato alle suore e l'amore che loro ci hanno dato. Anche se eravamo pochi noi siamo stati sempre presenti. Se il prossimo anno non ci saranno le suore, loro saranno sempre nel mio cuore.

Azzurra

 

Ciò che mi è piaciuto di più della scenetta del Padre Misericordioso sono stati i gesti, i canti, le storie che sorella A. ha raccontato e soprattutto i tre pastorelli di Fatima.

Anonimo

 

Ciò che mi ha colpito e anche dispiaciuto è che al Frassine  è finito tutto così in fretta .   

Alice L.

Guarda la fotogallery