Info&News

Links amici

«Ti benedico, o Padre»

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Matteo 11,25-30)

Meditiamo il piccolo Inno di giubilo di Gesù

1° mistero. Gesù benedice la sapienza del Padre
Tutti: Gesù disse: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenute nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli.
Guida: Questo brano in S. Matteo è il solo nel quale traspare chiaramente il rapporto tra Gesù e il Padre suo. Negli altri brani questa idea fondamentale si può vedere solo in filigrana. Gesù non è solo l’Inviato del Padre, ma proviene da una eterna pienezza di essere e comunione di vita con Lui. A questa verità così intima possono accedere soltanto i cuori completamente aperti all’amore, cioè i piccoli. Ecco una meravigliosa preghiera di Gesù al Padre. Dio è creatore dell’infinito cosmo ed è Padre di ciascuno di noi. Nessuno è padre, nessuno è madre come Dio.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...
Canto:
Io ti benedico, Padre, Dio del cielo e della terra
perché hai nascosto tutto questo ai sapienti,
rivelarlo ai piccolissimi,
sì, perché così è piaciuto a Te!

2° mistero. La più bella giaculatoria di Gesù
Tutti: Si, o Padre, perché così è piaciuto a Te.
Guida: Gesù, immerso nella realtà del regno del Padre, penetra il mistero insondabile della sua divina compiacenza e adora la sua volontà. Coloro che vengono introdotti, per grazia compiacente del Padre, in questo mistero, vengono afferrati dallo splendore stesso di Dio e sono introdotti nella sua pace e nella sua gioia. “Il Grande Giubileo, Padre giusto, sia occasione perché tutti i cattolici riscoprano la gioia di vivere nell’ascolto della tua Parola e nell’abbandono alla tua volontà”.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Il mistero dela comunione tra Gesù e il Padre
Tutti: Tutto mi è stato dato dal Padre mio e nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.
Guida: Il Padre è un donare totale, il Figlio un ricevere totale. Il Figlio ha la missione di rivelarci i segreti del Regno, e ciò dipende dalla sua intima unione col Padre. La conoscenza del Padre e del Figlio si chiama Spirito Santo. Se una condizione è richiesta all’uomo per ricevere questa rivelazione, questa è la piccolezza. Quando Dio “conosce” l’uomo, lo compenetra totalmente con il suo Spirito e lo avvolge: conoscere e amare sono tutt’uno.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. L’invito del Cuore di Cristo
Tutti: Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò..

Guida: Gesù lancia il suo manifesto di Povero, ai poveri di tutto il mondo: Venite a Me. Gesù ha salvato il mondo incarnandosi, facendosi uomo, umiliandosi. Con il suo impoverimento ci ha resi ricchi, ha ottenuto pr noi l’adozione a figli. Per adottare un figlio, in antico, bisognava che i coniugi adottanti o non avessero figli o cacciassero il proprio, privandolo dei diritti di figliolanza. Così ha fatto il Padre Celeste con noi: inchiodò Gesù alla croce.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Mettersi alla scuola di Gesù
Tutti: Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero”.
Guida: Gesù ci invita a imparare da Lui la carità e l’umiltà per avere nell’anima gioia, pace e felicità. L’atteggiamento di fondo del cristiano è la carità, l’amore. Giogo e carico sono la Parola di Dio e i Comandamenti. Il cristiano è “uno che ama”. Noi siamo creati a immagine di Dio, ed Egli è Amore. Noi dobbiamo amare, siamo nati per questo; ma nello stesso tempo dobbiamo imparare ad amare, attraverso le prove i dolori, le avversità. Finché l’amore non si libera del proprio “io” non è amore.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...