Info&News

«Và, oggi, a lavorare nella mia vigna»

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Matteo 20,1-16)

Meditiamo la parabola della vera e falsa obbedienza

1° mistero. La proposta del padre al primo figlio
Tutti: In quel tempo Gesù disse ai principi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli; rivoltosi al primo disse: Figlio, va, oggi, a lavorare nella mia vigna. Ed egli rispose: Si, Signore; ma non andò.
Guida: Il tema di questa parabola è quello della responsabilità personale nell'accogliere la salvezza. Dice Agostino: "Colui che ti ha creato senza di te, non può salvarti senza che tu lo voglia". Segno di questa libertà è la possibilità che ha l'uomo di diventare da cattivo a buono e viceversa. Non è il sì ipocrita, pronunciato meccanicamente e senza riflettere, che è decisivo, ma l'azione che ne segue. Quanti brillanti parlatori esistono nella nostra società! Essi per primi commettono quello che disapprovano. La menzogna sta nel cuore.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...
La- Sol La- La- Re
Ave, Mamma, Tutta santa, sei il Cielo del mio Dio!
La- Mi7 La-
Tu Regina della pace, sei la Madre di Gesù!
Ave, Mamma, tutta santa, sei il cielo del mio Dio!
Tu Regina della pace, sei la Madre della Chiesa.

2° mistero. Il comportamento del secondo figlio
Tutti: Rivoltosi al secondo, gli disse lo stesso. Ed egli rispose: Non ne ho voglia; ma poi, pentitosi, ci andò.
Guida: La figura del secondo è caratterizzata da poche parole, ma di grande efficacia: Non ne ho voglia. Egli si comporta con durezza e indifferenza nei confronti del padre; tuttavia è schietto e sincero, senza doppiezza. Inoltre possiede il coraggio e l'umiltà necessari per riconoscere i suoi errori e convertirsi. Si sottomette così alla volontà del padre. I veri "pentiti" fanno gioire il cuore di Dio, attraverso una santa Confessione.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Gesù fa trarre le conclusioni e fa le applicazioni
Tutti: Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Dicono: «L'ultimo». E Gesù disse loro: «In verità vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.
Guida: Tratte le conclusioni dagli stessi interpellati, Gesù fa le applicazioni. Pubblicani e prostitute, cioè tutti i pagani o i peccatori di casa propria (ossia ebrei), finora hanno detto di no a Dio. I capi del popolo si attendevano che il Messia, venendo, ratificasse la divisione in due categorie: quelli del no erano senza speranza. Gesù manda all'aria questo comodo schema e rimette tutto in questione. Non basta essere figli di Abramo, non serve appellarsi al passato, al fatto di frequentare un determinato gruppo: la salvezza è un fatto personale.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Gesù denuncia la cecità del cuore
Tutti: E' venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto.

Guida: Dopo aver detto tanti sì a Dio, i capi d'Israele si ostinano a dire di no all'Inviato di Dio, cioè a Gesù e al suo Vangelo. Invece i "poveri", coloro che essi disprezzano, sono in cammino e rispondono alla chiamata della conversione. Dice Pascal: «La religione cristiana offre la salvezza a tutti, in qualsiasi condizione si trovino; e nello stesso tempo ammonisce tutti, qualunque sia il loro ruolo o il loro prestigio. Ecco perché è vera».
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Occorre pentirsi per credere
Tutti: Voi, al contrario, pur avendo visto queste cose, non vi siete nemmeno pentiti per credergli».
Guida: Il Battista è stato precursore del Cristo soprattutto per la chiarezza della sua predicazione: egli scalza tutti i privilegi e fonda la salvezza portata dal Messia sulla conversione del cuore. Tale proposta era inammissibile per gente maturata sulla sicurezza della sua buona condotta. Noi cristiani, abbiamo mai pianto i nostri peccati? Abbiamo mai preso sul serio la decisione di cambiare vita? I tempi che viviamo ci invitano alla vigilanza.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...