ORARIO DEL SANTUARIO

Domenica e Solennità

Ore 15.30
Adorazione - S. Rosario - Vespro

Ore 16.30
S. Messa


Info&News

Giuseppe prese con sé il Bambino e sua Madre

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Matteo 2,13-23)

Festa della Sacra Famiglia

Meditiamo il Vangelo dell'esilio in Egitto della Sacra Famiglia

1° mistero. La fuga in Egitto della Sacra Famiglia
Tutti: I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo». Giuseppe, destatosi, prese con sè il Bambino e sua Madre nella notte e fuggì in Egitto dove rimase fino alla morte di Erode.
Guida: "Giuseppe, capo-famiglia, è il custode e il difensore della purezza intatta di Gesù e di Maria. Egli è tutto ascolto e sottomissione agli ordini del celeste messaggero. La Madre e il Bambino obbediscono a Giuseppe che, a sua volta, è in ascolto della volontà del Padre. Ecco la Famiglia modello. La famiglia naturale, quale intima comunione di vita e di amore, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, costituisce il luogo primario dell’umanizzazione della persona e della società. Essa è la prima società naturale, una istituzione divina che sta a fondamento dela vita delle persone e prototipo di ogni ordinamento sociale" (Ben.XVI).
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...
Canto:

L’Emmanuele nasce da Maria
Gloria, gloria al Signor.Gloria. Dio è Amor
Luce e salvezza il mondo attende te. Gloria, gloria...

2° mistero. La strage dei bambini innocenti
Tutti: Erode, accortosi che i Magi si erano presi gioco di lui, s'infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini di Betlemme e del suo territorio, dai due anni in giù, corrispondenti al tempo in cui era stato informato dai Magi.
Guida: I computers di Erode non immagazzinano i dati soprannaturali: Dio solo è Signore della storia. Questo "imponderabile" sfugge ai sapienti del mondo. Questa ricerca del Bambino per ucciderlo, porta a riflettere su altri Erode, su altri bambini uccisi o vessati. Che cosa dirà Dio all'uomo egoista nell'ora del giudizio? “In una sana vita familiare si fa esperienza di alcune componenti fondamentali della pace: la giustizia e l’amore tra fratelli e sorelle, la funzione dell’autorità espressa dai genitori, il servizio amorevole ai membri più deboli perché piccoli o malati o anziani, l’aiuto vicendevole nelle necessità della vita, la disponibilità ad accogliere l’altro, e, se necessario, a perdonarlo” (GMP ‘08).
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Il pianto di Rachele
Tutti: Allora si adempì quello che era stato detto per bocca del profeta.
Geremia: «Un grido è stato udito in Rama, un pianto e un lamento grande; Rachele piange i suoi figli e non vuole essere consolata perché non sono più».
Guida: Rachele, moglie di Giacobbe, è un'antenata del popolo ebraico; il profeta Geremia la vede uscire dal sepolcro e piangere inconsolabile. Oggi certe madri non piangono i figli “uccisi” da loro stesse, creando incubi segreti da cui ci si può liberare solo con la Confessione. Le lacrime dell'Addolorata sono le uniche versate per questi bimbi.
“La famiglia è la prima e insostituibile educatrice alla pace. Quindi se la violenza è perpetrata in famiglia, è percepita come intollerabile” (GMP 2008)
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Giuseppe ritorna dall'Egitto con la Sacra Famiglia
Tutti: Morto Erode, un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe in Egitto e gli disse: «Alzati, prendi il bambino e sua madre e va nel paese d'Israele, perché sono morti coloro che insidiavano la vita del bambino». Egli, alzatosi, prese con sè il bambino e sua madre e rientrò nel paese di Israele.

Guida: Come Giuseppe, ogni padre di famiglia ha bisogno di mettersi in ascolto della volontà di Dio per fare scelte giuste e sagge, e per leggere gli avvenimenti alla luce del suo amore pieno di provvidenza. Ma occorre fede e preghiera. Il vero punto di unità e di pace per la vita familiare è il momento della preghiera. “La comunità umana non può fare a meno del servizio che la famiglia svolge. Dove l’essere umano in formazione potrebbe imparare a “gustare” il sapore genuino della pace meglio che nel ‘nido’ originario che la natura gli prepara?” (GMP ‘08).
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Giuseppe si stabilisce a Nazaret
Tutti: Avendo però saputo ch'era re della Giudea Archelao, al posto di suo padre Erode, ebbe paura di andarvi. Avvertito poi in sogno si ritirò nelle regioni della Galilea e, appena giunto, andò ad abitare in una città chiamata Nazaret, perché si adempisse ciò che era stato detto dai profeti: «Sarà chiamato Nazareno».
Guida: Un amore vero è in grado di discernere i pericoli cui i figli vanno incontro, soprattutto quelli morali. Ignorarli per pigrizia o quieto vivere significa scontarli uno a uno. Salvare i figli dalla dispersione interiore è compito insostituibile di ogni genitore, che sulla terra fa le veci del Padre Celeste. “La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato’ (Dichiaraz. Diritti umani). La negazione o la restrizione dei diritti della famiglia, oscurando la verità sull’uomo, minaccia gli stessi fondamenti della pace” (GMP ‘08).
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...