Info&News

Links amici

Li inviò a due a due davanti a se

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 10,1-12;17-20= XIV°T.O.)

Meditiamo il Vangelo dell’invio in missione dei settantadue

1° mistero. Gli inviati devono pregare il padrone della messe
Tutti: In quel tempo il Signore designò altri settantadue discepoli e li inviò a due a due avanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: «La mèsse è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone della mèsse perché mandi operai per la sua mèsse.
Guida: L’invio in missione dei 72 discepoli è diverso dall’invio dei dodici apostoli. Il numero simboleggia la missione universale della Chiesa. In Genesi,10, sono nominate le 72 nazioni della terra. La missione cristiana ha per campo il mondo. Gesù li manda a due a due, perché il due è il numero della più piccola comunità; li manda a fare da battistrada al suo arrivo: è Lui che opera, noi siamo suoi collaboratori.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...
Canto: Andate nel mondo intero ad annunziar il mio vangelo;
andate nel mondo intero a evangelizzar

2° mistero. Le caratteristiche dell’inviato di Gesù
Tutti: Andate: ecco io vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né bisaccia, né sandali e non salutate nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà a voi.
Guida: Come agnelli: la mitezza è la forza vincente dell’evangelizzatore di Gesù. Senza borsa, né bisaccia: la povertà è la testimonianza più convincente. Non salutate nessuno per via: la purezza del cuore è il segreto dell’efficacia della parola. La pace è il dono di Gesù risorto, una emanazione della sua presenza, ed essi la portano con l’annuncio e la testimonianza. La pace è quanto cerca ogni cuore, ogni famiglia, il mondo intero.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Il contenuto dell’annuncio
Tutti: Restate in quella casa mangiando e bevendo di quello che hanno, perché l’operaio è degno della sua mercede. Non passate di casa in casa. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà messo dinanzi, curate i malati che vi si trovano, e dite loro: E’ vicino a voi il regno di Dio.
Guida: "Prendete una base di appoggio in una famiglia buona, e là rimanete, accettando quanto vi offrono per cibo e vestito". L’evangelizzatore che accetta inviti a pranzo, perde la concentrazione sull’annuncio che deve trasmettere. “Il Regno di Dio è vicino a voi”; cioè: il Padre vi ama. E’ quanto ognuno si aspetta e desidera; e poichè è difficile crederlo, l’inviato ha il compito di annunciare questa verità che è il cuore del Vangelo.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. La risposta in caso di rifiuto
Tutti: Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle piazze e dite: Anche la polvere della vostra città che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il Regno di Dio è vicino. Io vi dico che in quel giorno Sodoma sarà trattata meno duramente di quella città».
Guida: Vi rifiutano? Non opponete resistenza; abbandonate tutto (anche la polvere) e andatevene. Chi accoglie l’inviato di Gesù è obbligato a fare una scelta: o ne accetta il messaggio, o lo rifiuta; l’ indifferenza è la peggiore forma di persecuzione. Il discepolo di Gesù, tuttavia, non può tralasciare il suo annuncio: è vicino per tutti il Regno di Dio, cioè l’ora in cui Dio stesso farà giustizia. All’ultimo appuntamento con Lui nessuno può sottrarsi.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Il ritorno dalla missione
Tutti: I settantadue tornarono pieni di gioia dicendo: «Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome». Egli disse: «Io vedevo satana cadere dal cielo come la folgore. Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra i serpenti e gli scorpioni e sopra ogni potenza del nemico; nulla vi potrà danneggiare. Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto che i vostri nomi sono scritti nei cieli».
Guida: Ecco la gioia dell’inviato di Gesù: il suo nome è “scritto nel libro di vita dell’Agnello” (Ap 19), dunque gli è assicurata la vita eterna, e il suo nome è inciso a lettere di sangue nel Cuore palpitante di Cristo. Inoltre ha la certezza che satana non può fargli alcun male; è esorcizzato dalla paura, per questo è un testimone di gioia.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... (cantato)...


N.S. del Frassine, difendi gli inviati di Gesù!