Info&News

Links amici

Quando pregate dite Padre...

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 11,1-13=XVII°T.O.)

Meditiamo il Vangelo della preghiera

1° mistero. Gesù prega
Tutti: Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli».
Guida: La preghiera del Signore risveglia nei discepoli il desiderio di pregare. E’ una grazia grande incontrarsi nella vita con un uomo di preghiera. “E’ necessario imparare a pregare: l’educazione alla preghiera diventi un punto qualificante di ogni programma pastorale” (NMI). Gesù ha dato istruzioni circa il rapporto dell’uomo con Dio. Ha insegnato a evitare l’esteriorità, a entrare nella propria stanza per essere veduti solo dal Padre che legge nel cuore, a evitare le troppe parole, ad adorarlo nello Spirito e nella Verità della sua Parola.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...
O nostro Abbà, Padre dolcissimo, noi T’adoriamo
in Verità! Noi T’adoriamo, noi T’adoriam!

2° mistero. Gesù insegna il Padre nostro
Tutti: Ed Egli disse loro: «Quando pregate dite: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdonaci i nostri peccati, perché anche noi perdoniamo a ogni nostro debitore, e non c’indurre in tentazione».
Guida: Ecco il Pater, la preghiera del Signore. Gesù ci insegna a mettere al primo posto nelle nostre richieste il Regno di Dio, cioè l’amore suo nel cuore di tutti. Poi ci fa chiedere il pane di ogni giorno: il pane materiale, il Pane eucaristico e il Pane della sua Parola. Il perdono al fratello è condizione del perdono che Dio darà ai nostri molti debiti verso di Lui. Infine chiediamo la vigilanza di fronte alle continue astuzie di satana e del male. Diffidare di se stessi non è sempre complesso di inferiorità, può essere dono dello Spirito.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. La parabola dell’amico importuno
Tutti: Poi aggiunse: «Se uno di voi ha un amico e va da lui a mezzanotte a dirgli: Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da mettergli davanti, e se quegli dall’interno gli risponde: Non m’importunare, la porta è già chiusa e i miei bambini sono a letto con me, non posso alzarmi per darteli; vi dico che, se anche non si alzerà a darglieli per amicizia, si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono almeno per la sua insistenza».
Guida: La parabola è centrata sulla figura dell’amico che viene importunato: é Dio che vuole essere importunato dalla nostra preghiera; per Lui non ci sono ore scomode. Ma perché ci raccomanda di insistere? Il dover aspettare, il ritornare alla carica con più umiltà ci educa alla preghiera e ci fa entrare davvero nella volontà di Dio.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Non c’è preghiera senza risposta
Tutti: Ebbene, io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto.
Guida: Ecco il nocciolo della lezione di Gesù. Se Abramo, nonostante l’insistenza, non ottiene quello che chiede, è perché in quella città non ci sono nemmeno dieci giusti. Il Beato Padre Pio aveva fatto di questi versetti il testo della Coroncina irresistibile al Cuore di Gesù; e otteneva miracoli con la sua umile insistenza. Dio risponde sempre alle nostre domande, ma occorre che noi ci alleniamo alla fiducia, anzi, all’abbandono. Come Teresa di Lisieux bisogna poter dire: «Adesso è l’abbandono soltanto che mi guida».
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. La parabola del pesce e dell’uovo
Tutti: Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe? O se gli chiede un uovo gli darà uno scorpione? Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono».
Guida: “Voi siete cattivi”, dice Gesù. E’ vero; infatti non avviene mai che un padre terreno dia al proprio figlio solo e sempre ciò che è bene per lui. Pregare è scoprire che Dio ci ama. Pregare è ammettere ogni giorno la nostra debolezza. Pregare è impegnarsi nella via della verità e della giustizia. Pregare è convertirsi alla speranza. Pregare è accogliere lo Spirito, Dono del Padre, come Maria.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria (cantato)...

“Si, Maria è mia Madre; nulla mi rende più felice di sapere che sono figlia di Maria”

Beata Laura Vicuna della Pampa argentina

ultime parole prima di morire a dodici anni offrendo la vita per la mamma