Info&News

Links amici

«Lo Spirito del Signore mi ha mandato»

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 1,1-4;4,14-21=III T.O)

Meditiamo la prima predica di Gesù a Nazareth

1° mistero. Il prologo di Luca
Tutti: Poiché molti han posto mano a stendere un racconto degli avvenimenti successi tra di noi, come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni fin dal principio e divennero ministri della Parola, così ho deciso anch’io di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne per te un resoconto ordinato, o illustre Teofilo, perché ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.
Guida: E’ Luca che parla: medico di Antiochia convertito alla fede dalla predicazione di Paolo, effuse le sue doti di raffinato ricercatore a servizio della più grande opera di salvezza, il Vangelo. Luca dichiara di essere un ricercatore accurato, documentato, storico, che si è spinto fino alle origini della storia umana di Gesù. Teofilo, è chiunque ama e accoglie con fede questi documenti di vita.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto

2° mistero. Gesù torna a predicare in Galilea
Tutti: In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito Santo e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle sinagoghe e tutti ne facevano grandi lodi.
Guida: Gesù è la Parola del Padre, offerta prima ai vicini e poi ai lontani. Luca fa iniziare la predicazione di Gesù dalla Galilea, zona dell’infanzia di Gesù, e più lontana da Gerusalemme, verso cui è diretto. Il Vangelo di Luca è anche il Vangelo dello Spirito Santo. Gesù torna in Galilea, guidato dallo Spirito che è Potenza del Padre, per realizzare il suo piano di amore sull’umanità.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Gesù entra nella sinagoga di Nazareth
Tutti: Si recò a Nazaret, dove era stato allevato; ed entrò, secondo il suo solito, di sabato nella sinagòga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia.
Guida: Tutta la predicazione di Gesù è introdotta con l’inizio a Nazareth. Si tratta di un inizio molto solenne: nel giorno sacro del sabato e nell’ambiente sacro della sinagoga. Secondo le usanze, dopo le preghiere e la lettura, ascoltata in piedi, l’archisinagogo invita Gesù a rivolgere la parola ai presenti.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Il testo del profeta Isaia
Tutti: Apertolo, trovò il passo dove era scritto: “Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione, e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; per rimettere in libertà gli oppressi, e predicare un anno di grazia del Signore”.

Guida: E’ il cap. 61 di Isaia e riguarda il personaggio che lo sta leggendo. Sono i segni del tempo messianico, il tempo di Gesù. Il Vangelo di Luca è anche il vangelo della povertà, o meglio dei “poveri”, quella categoria di persone che, come i pastori, può essere evangelizzata perchè ha il cuore disponibile, non attaccato alle cose terrene.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Gesù identifica se stesso con la profezia di Isaia
Tutti: Poi arrotolò il volume, lo consegnò all’inserviente e sedette. Gli occhi di tutti nella sinagoga stavano fissi sopra di lui. Allora cominciò a dire: «Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi».
Guida: Nello svolgimento della Liturgia della Parola, Gesù proclama solennemente la realizzazione della profezia che ha appena letto. C’è un clima di grande ascolto e di attesa della sua Parola. “Oggi”, annuncia Gesù. E’ l’Oggi della Salvezza, perché Dio ci salva sempre “oggi”. Gesù è l’ “oggi” del Padre e della profezia. E’ Lui investito totalmente dallo Spirito, Lui che inizia il tempo della Grazia, cioè della liberazione gratuita. E’ Gesù il centro del messaggio che egli stesso annuncia.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...