Info&News

Links amici

Dopo quei giorni ebbe fame

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 4,1-13=Ia Quaresima)

Meditiamo il Vangelo delle tentazioni di Gesù

1° mistero. Gesù, nel deserto, digiuna quaranta giorni
Tutti: In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano e fu condotto dallo Spirito nel deserto dove, per quaranta giorni, fu tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati ebbe fame.
Guida: Il deserto è il luogo della prova, ma anche della massima vicinanza con Dio. Gesù cerca la solitudine e la preghiera prima di affrontare l’attività missionaria affidatagli dal Padre. Quaranta giorni, a ricordo dei quarant’anni trascorsi dal popolo di Dio nel deserto. Alla fine, ecco la tentazione: Satana lo fiuta. Nessuno è più esposto alla tentazione del santo o del mistico. Nessuno fu mai perseguitato da Satana come Gesù, il Santo per eccellenza.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto
Il tuo Signor ti coprirà con le sue penne sotto l’ali tu starai;
e i suoi angeli ti porteranno sulle mani, col tuo piede mai cadrai.

2° mistero. Gesù viene sottoposto alla prima tentazione
Tutti: Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”».
Guida: “Se tu” equivale a: dal momento che tu sei Figlio di Dio. Gesù viene sollecitato a compiere un miracolo per soddisfare la sua fame. E’ la tentazione del benessere, del primato da riservare ai bisogni del corpo, la tentazione della “ricchezza senza lavoro”, cioè della vita facile. La risposta di Gesù è netta: la Parola di Dio è un cibo miracolosamente più importante per lo spirito umano, di qualunque altro cibo: prima di tutto occorre cercare il Regno di Dio. Gesù non trascura il corpo, gli assegna il posto giusto e indica la via per essere giusti con tutti.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Seconda tentazione
Tutti: Il diavolo lo condusse in alto, e mostrandogli in un istante tutti i regni della terra, gli disse: «Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni, perché è stata messa nelle mie mani e io la do’ a chi voglio. Se ti prostri dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai”».
Guida: Un autore russo parla della dolce voluttà del potere, una tentazione terribilmente presente nel cuore umano. Fu la brama insaziata di Satana fin dal paradiso terrestre.. E oggi, quante vittime... Satana è davvero “il principe di questo mondo” di potere contrapposto a Dio. Gesù risponde: bisogna prostrarsi solo a Dio; dopo potremo servire gli altri. L’adorazione è l’estasi dell’amore e il vertice dell’umiltà.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Terza tentazione di Satana
Tutti: Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul pinnacolo del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, buttati giù; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordine per te, perché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti sosterranno con le mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «E’ stato detto: “Non tenterai il Signore Dio tuo”».

Guida: La terza tentazione è quella del successo facile, della vanagloria. Gesù e l’Avversario citano la Sacra Scrittura, ma in due modi opposti: il primo la mette in primo piano per rispondere al nemico; il secondo la usa come pezza di appoggio alle sue tesi. Il successo a qualsiasi costo porta anche a fare i patti col Re del successo, cioè Satana. La risposta di Gesù è di fuoco: sii tu invece al servizio di Dio.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Il diavolo si allontana
Tutti: Dopo aver esaurito ogni specie di tentazione, il diavolo si allontanò da lui per tornare al tempo fissato.
Guida: Scornato e vinto, ma non distrutto, Satana attende l’ora per l’ultimo assalto,“l’ora delle tenebre”. Allora Gesù si lascierà fare, vittima innocente per tutti noi peccatori. Si parla molto, oggi, dell’influsso di Satana, dell’esoterismo e del culto al demonio. Questo spirito del male è penetrato dovunque: nei cuori, nelle famiglie, negli affari, nella pubblicità, nella politica e condiziona la vita del consumismo. Come Gesù, per liberarcene, possiamo dirgli con la sua divina Parola: “Vattena, satana, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo; aggiungendo anche: e di Maria, Donna vestita di Sole, Madre di Dio e della Chiesa”.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...