Info&News

Links amici

«Questi è il mio figlio eletto: ascoltatelo»

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 9,28-36=II Qua.)

Meditiamo il Vangelo della pesca miracolosa

1° mistero. Gesù sale sul monte a pregare
Tutti: In quel tempo Gesù prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. E, mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante.
Guida: Gesù prega. Non è la prima volta che Luca ce lo segnala.Egli vi ricade come verso un peso interiore di amore. La preghiera è il respiro dell’anima di Gesù. Abitualmente egli si sottrae agli sguardi umani; ora, improvvisamente, questo fuoco traspare. Tutto l’essere, anche fisico di Gesù, viene inondato di luce vividissima e fa trasparire la gloria divina. La veste è il prolungamento della persona, mentre il volto è l’epifania del suo io. Del volto di Gesù conosciamo qualche cosa attraverso la Sindone, una pallidissima “fotografia” che ce ne lascia un aspetto estremamente commovente, solenne, maestoso. E’ una fugacissima manifestazione del Regno di Dio.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto

2° mistero. Mosè ed Elia colloquiano con Gesù
Tutti: Ed ecco due uomini parlavano con lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella loro gloria, e parlavano della sua dipartita che avrebbe portato a compimento a Gerusalemme.
Guida: Mosè ed Elia che gli compaiono vicini, rappresentano la Legge e i Profeti, cioè i Libri storici e profetici dell’Antico Testamento: tutta la Parola divina è centrata su Gesù. Ma in questa luce senza tenebra, in questa gloria senza sofferenza, si parla della Passione. Solo dopo la croce, il miracolo della Trasfigurazione diventerà duraturo, in Gesù e anche nel cristiano. Ora è il bagliore di una luce lontana, una pausa di silenzio nel cammino verso la croce.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. L’estasi di Pietro e dei compagni
Tutti: Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno; tuttavia restarono svegli e videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui. Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui. Facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli non sapeva quel che diceva.
Guida: «Per vedere la “gloria di Dio” occorre rimanere svegli, cioè desti nella preghiera e nella temperanza. Questi tre apostoli erano presenti anche al miracolo della risurrezione della figlia di Giairo: là avevano visto la vittoria sulla morte, qui contemplano la trasfigurazione dopo la morte. La presenza della gloria di Dio li affascina e li coinvolge; ne avvertono la potenza e desiderano rimanervi immersi. Perdono il senso della realtà terrena e della finitudine del tempo.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. La voce del Padre Celeste
Tutti: «Mentre parlava così venne una nube e li avvolse: all’entrare in quella nube ebbero paura. E dalla nube uscì una voce che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’Eletto; ascoltatelo».

Guida: La nube indica e vela insieme la presenza di Dio. Essa indica anche la fede, cioè quella tenebra sacra in cui ci è chiesto di vivere qui in terra, per entrare nel mistero di Dio che la morte ci spalancherà. Tutti noi -se accettiamo di stare alla presenza del Dio che vive in noiabbiamo i nostri appuntamenti sul Tabor. Varcare i confini del Regno di Dio è la nostra vocazione. Se un fatto della vita ci chiama a deciderci per Dio, che cosa ci ha spinto a dirgli di sì? Forse la voce del Padre che nel segreto ci sussurrava: Ascolta Gesù.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Solitudine e segretezza
Tutti: Appena la voce cessò, Gesù restò solo. Essi tacquero e in quei giorni non riferirono ad alcuno ciò che avevano visto.
Guida: Secondo Marco il silenzio degli apostoli era legato a un comando di Gesù; Luca invece lo descrive come una conseguenza spontanea dell’esperienza vissuta. Le ore di Dio nell’anima hanno questo timbro. Gesù è solo: il bagliore dell’aldilà si è spento. Solo la fede ci parla di Lui nel modo giusto; essa ci fa comprendere quale splendore abiti in lui e verso quale splendore egli si diriga, attraversando il tunnel della croce. “Il Vangelo è una buona notizia perché annuncia il Paradiso”.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...