Info&News

Links amici

Ti seguirò ovunque tu vada

Desideri pregare il Vangelo di domenica col rosario?
Eccolo!
Nostra Signora del Frassine ti dona la gioia della preghiera fatta con lei.

(Luca 9,51-62=XIII°T.O)

Meditiamo il Vangelo della sequela di Gesù

1° mistero. Gesù si dirige verso Gerusalemme
Tutti: Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato tolto dal mondo, egli si diresse decisamente verso Gerusalemme e mandò avanti dei messaggeri. Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per fare i preparativi per lui.
Guida: Luca sottolinea il significato che questo ultimo tratto di viaggio riveste per Gesù: Gerusalemme è il luogo della sua immolazione e Gesù va coscientemente e decisamente verso di essa, in risposta amorosa alla volontà del Padre. La vita di Gesù ha uno slancio irresistibile: nessuno sguardo malinconico al passato, solo volontà docile e gioiosa di compiere il progetto del Padre. Questa parte del Vangelo di Luca è un vero cammino di fede dietro a Gesù, che dona pienezza di Vita.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto
Chi è questo Re di gloria che la morte sgominò?
E’ il Figlio della Donna ch’è Assunta in ciel.

2° mistero. Lo spirito dei discepoli e lo Spirito di Gesù
Tutti: Ma essi non vollero riceverlo, perché era diretto verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Ma Gesù si voltò e li rimproverò. E si avviarono verso un altro villaggio.
Guida: I Samaritani rifiutano chi è diretto a Gerusalemme: tale consuetudine vale anche per Gesù, che si oppone con forza alla richiesta dei due “figli del tuono”, ancora soggetti a sentimenti di vendetta. Il verbo “minacciare” usato da Gesù verso i due fratelli è lo stesso usato verso i demoni: la vendetta è cosa satanica, la usa chi non ha capito la Croce. Vengono in evidenza le colpe dell’uomo che causano tutte le guerre: orgoglio nazionale, egoismo, grettezza religiosa e risentimento. Gesù è il Dio della misericordia, e il perdono ne è l’unica via.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

3° mistero. Prima condizione per seguire Gesù
Tutti: Mentre andavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo.
Guida: Gesù è l’uomo dalla parola affascinante. Un giovane, bruciato dall’entusiasmo, vuole mettersi alla sua sequela. La risposta di Gesù esige la solitudine del cuore. Ogni uomo cerca un riposo sicuro e tranquillo, un angolino in cui rifugiare il proprio io. Niente di tutto questo per chi si mette dietro a Cristo; Egli è essenzialmente sulla strada. La sua vera casa è l’aldilà; il suo rifugio è Dio; il suo riposo, l’eternità.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

4° mistero. Seconda condizione per seguire Gesù
Tutti: A un altro disse: «Sèguimi». E costui rispose: «Signore, concedimi di andare prima a seppellire mio padre». Gesù replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu va’ e annuncia il Regno di Dio».

Guida: Seconda scena: Gesù chiama e questi chiede una dilazione. Se la parola di Gesù incontra un cuore aperto, riesce a far cambiare direzione a una vita. E’ l’obbedienza al vangelo. Non si tratta di seppellire un morto, ma di assisterlo nella vecchiaia. Può sembrare un atto doveroso; ma qui è Dio che chiama e “nulla gli deve essere anteposto”, dirà S. Benedetto. Chi ha il cuore libero dagli affetti familiari entra a far parte della famiglia di Gesù, è suo missionario.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria... - Canto...

5° mistero. Terza condizione per seguire Gesù
Tutti: Un altro disse: «Ti seguirò, Signore, ma prima lascia che mi congedi da quelli di casa». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».
Guida: Si tratta di un tipo sentimentale che sogna il passato. La risposta di Gesù è inderogabile e non ammette tentennamenti. Seguire Gesù significa andare avanti, con gioia, dimenticando il passato e protesi verso il futuro che Lui ci prepara. Voltarsi indietro significa far sobbalzare l’aratro con conseguente caduta dell’aratore. I ripensamenti sono il tarlo della generosità del cuore.
Padre nostro... - 10 Ave... - Gloria...